Operazione Marco Polo

WILLIAM F.BUCKLEY Jr.

New York, 24 novembre 1925 – Stamford, 28 febbraio 2008

Di famiglia benestante che fece fortuna con il petrolio in Messico, studiò privatamente nella tenuta del padre situata a Sharon nel Connecticut, dove si trasferì negli anni 30.

William poi frequentava le scuole medie a Parigi e le superiori a Londra, al Liceo Cattolico Beaumont; diversi furono gli interessi, dalla vela alla musica, dallo sci all’equitazione, ma la vera passione è la letteratura.

Ritornato a N.Y. perfeziona gli studi scolastici alla prestigiosa Millbrook School.

Dopo la seconda guerra mondiale si iscrive alla Yale University dove diventa membro della Skull and Bones ( Teschi e Ossa ), oltre che membro attivo del Partito Conservatore e della Yale Political Union.

Egli è anche direttore del giornale universitario Yale Daily News, prima di laurearsi nel 1950 e successivamente si sposa con Patricia Alden Austin Taylor.

Grazie alle sue “conoscenze del Messico”, entrò a lavorare per la CIA nel paese latinoamericano, ma dopo circa un anno di esperienze decide di tornare negli USA per dedicarsi all’attività pubblicistica, pubblicando infatti il suo primo libro nel 1951 dal titolo. God and Man at Yale, esponendo una critica assai dura e serrata, del sistema formativo americano. Tre anni più tardi scrive: Mc Carthy and His Enemies, difendendo con vigore il senatore repubblicano e la sua battaglia anticomunista.